Rifiuti e gestione del territorio: un dibattito in Marocco. Si parlerà anche di Terra dei fuochi

Rifiuti e gestione del territorio: un dibattito in Marocco. Si parlerà anche di Terra dei fuochi

Governance dei rifiuti urbani: implicazioni territoriali e sociali. L’incontro, che si terrà il 12 e 13 aprile 2017 presso l’Istituto Universitario di Ricerca Scientifica di Rabat, è organizzato dalla Facoltà Interdisciplinare diKhouribga (Università Hassan I,Settat), insieme all’Associazione per la Ricerca Azione Migrazione, Ambiente e Sviluppo (ARAMED), in partenariato con l’Istituto Universitario di Ricerca Scientifica dell’Università Mohamed V di Rabat.

L’evento mira a riunire ricercatori, settore privato,società civile e istituzioni pubbliche al fine di favorire un dibattito sui diversi attori coinvolti nel processo di gestione dei rifiuti urbani.

Perché questo convegno? In seguito agli sviluppi delle varie problematiche legate alla gestione dei rifiuti, è apparsa, ancora una volta, la necessità di aprire un dibattito pubblico su questo tema al fine di condividere informazioni e opinioni con diversi attori e comprendere meglio il funzionamento del sistema della gestione dei rifiuti.

La gestione dei rifiuti è un servizio urbano di base. Molteplici attori sono coinvolti in questo settore e diversi elementi organizzativi l’influenzano. Si tratta di un settore che ha beneficiato, negli ultimi decenni, di alcuni studi che hanno affrontato aspetti specifici molto interessanti, ma mai fino ad oggi il problema dei rifiuti è stato affrontato nel suo complesso, almeno nel contesto marocchino.

Per questo motivo, è importante comprendere i rifiuti non solo attraverso le loro parti tecniche -modalità di raccolta, smaltimento e messa in discarica – ma soprattutto attraverso il contesto della loro produzione, le diverse interazioni e i problemi del sistema di gestione nei vari contesti economici, sociali, ambientali, etc. I contributi di questo convegno si concentreranno principalmente su tutti questi aspetti nel contesto marocchino, ma con una visione prospettica di alcune esperienze straniere.