Ridotti in schiavitù dai genitori, due fratellini salvati dai vigili urbani

Ridotti in schiavitù dai genitori, due fratellini salvati dai vigili urbani

Napoli. Giorno e notte in strada, chiedendo soldi o cibo ai bar della zona. Due bambini romeni, di 10 ed 11 anni, sono stati salvati dalla polizia municipale. I vigili urbani sono intervenuti dopo numerose segnalazioni alla stazione centrale e nella zona di Poggioreale. Secondo i testimoni i due bimbi erano malnutriti e chiedevano anche latte e pannolini per un fratellino più piccolo.

A seguito di un appostamento proseguito per più giorni, – comer riporta Il Mattino.it – gli agenti hanno intercettato i due mentre chiedevano l’elemosina in piazza  Nazionale. “I due fratellini sono apparsi in un evidente stato di malnutrizione ed in  precarie condizioni igieniche e sanitarie pertanto sono stati immediatamente  condotti presso gli Uffici dove, alla presenza degli Assistenti Sociali, hanno confermato la loro condizione descrivendo la vita  a cui li avevano relegati i propri genitori che li obbligavano a mendicare  per strada con il divieto di far ritorno a casa non prima di aver racimolato la somma necessaria al sostentamento  familiare, pena botte e insulti». Entrambi sono stati portati in una casa famiglia.

La madre e il padre (che al mometno risulta irreperibile) sono stati  denunciati per riduzione in schiavitù, maltrattamenti in  famiglia, induzione e sfruttamento di minori in accattonaggio nonché per l’evasione  dell’obbligo scolastico nei confronti dei propri figli.