Resit: la decisione sulla società di bonifica bloccata dall’anticorruzione slitta a marzo

Resit: la decisione sulla società di bonifica bloccata dall’anticorruzione slitta a marzo

Ancora rinvii, ancora decisioni che si trascinano. E adesso la decisione della Resit sarà presa a Marzo. La ditta che vinse l’appalto la Tre Erre  ha vinto il ricorso al Tar dopo lo stop imposto dall’autorità anticorruzione e ora bisognerà attendere altri 3 mesi per il giudizio di merito. Cavilli burocratici che porteranno ad ulteriori stop. Lo stop arrivò dopo che uno degli amministratori della società comparì nell’ordinanza di mafia capitale.

 

La Tre Erre però attualmente sta già effettuando, senza nessun tipo di problemi, i lavori presso la discarica Novambiente. Insomma una situazione davvero complicata. Da un lato la ditta effettua lavoro su in invaso, dall’altro viene bloccato dall’autorità anticorruzione.

 

In mezzo una discarica, la Resit, che continua a produrre veleni. Intanto il governatore De Luca in queste ore è ritornato sulla vicenda Taverna del Re. A breve partiranno i bandi per la rimozione delle balle e assicura il presidente, si partirà da Giugliano e Villa Literno.