Reperti archeologici a Comacchio, Napoli si ribella

Reperti archeologici a Comacchio, Napoli si ribella

Napoli. La città si ribella a quello che è stato definito un “esproprio” di arte. Il giorno sabato 6 agosto, dalle ore 09:00 alle ore 14:00 fuori al Museo Nazionale è stato organizzato da l’associazione Napolitana Indipendente guidata da Ciro Borrelli un presidio di protesta contro lo spostamento dal museo archeologico di Napoli (MANN) di importanti reperti provenienti dagli scavi di Pompei, Ercolano e della Magna Grecia al museo di Comacchio.

La blanda giustificazione di tale atto, sarebbe la mancanza di spazi adeguati per esporre tali preziosità storiche che testimoniano la millenaria civiltà napoletana.

Fuori al museo sono stati esposti diversi cartelloni di protesta e hanno partecipato decine di persone tra cui il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. Gli organizzatori hanno anche esposto un bidet chiedendo al Ministro Franceschini di portarsi questo oggetto al Museo di Comacchio.

“Diciamo no a questi trasferimenti di reperti a Comacchio – spiegano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli già conduttore della Radiazza – visto che possono essere tranquillamente esposti in altri musei campani senza dover essere mandate altrove”.

Video: https://www.facebook.com/francesco.e.borrelli/videos/vb.1590184396/10208766482711321/?type=3&theater