Rapinatore ucciso a Qualiano, arriva la condanna per il complice

Rapinatore ucciso a Qualiano, arriva la condanna per il complice

E’ stato condannato a otto anni di carcere Francesco Sarracino, l’uomo ritenuto responsabile della rapina al supermercato Sisa di via Giuseppe di Vittorio a Qualiano. I fatti a maggio del 2014. Il colpo finì in tragedia. Uno dei tre malviventi, Giuseppe D’Aniello, perse la vita. All’interno del supermercato, infatti, quando i tre fecero irruzione, c’era un carabiniere fuori servizio che sparò e uccise Giuseppe D’Aniello. Dalle prime ricostruzioni fatte subito dopo la rapina pare D’Aniello sparò un primo colpo in aria per intimidire i presenti. (Leggi qui)

Sarracino fu l’unico che al momento della rapina riuscì a scappare. Gli investigatori sono poi riusciti a risalire alla sua identità grazie a delle intercettazioni che lo incastrarono. L’uomo al momento è detenuto a Poggioreale. Insieme a D’Aniello e Sarracino, c’era anche un terzo complice, Domenico Chiariello, che riuscì a scappare con un’auto rubata ma fu poi arrestato.

Sarracino è già stato condannato per una rapina commessa in provincia di Treviso a una gioielleria. (Leggi qui)