Rapina alla “Bonnie e Clyde” con stretta di mano al gioielliere, arrestata una 38enne

Rapina alla “Bonnie e Clyde” con stretta di mano al gioielliere, arrestata una 38enne

Napoli. Rapinatrice in manette. Il 29 dicembre una gioielleria di Ponticelli venne rapinata da una coppia di complici. Lui teneva sotto scacco il gioielliere minacciandolo con la pistola e lei arraffava i preziosi. Poi, dopo aver stretto la mano alla vittima, si erano dati alla fuga perché alcuni passanti avevano dato l’allarme telefonando al 112.

Uno dei due complici, Giuseppe Merolla, 30enne, del Corso Sirena, venne rintracciato dai carabinieri della stazione Napoli-Barra e del reggimento Campania che si misero subito alla sua ricerca. La complice invece riuscì a far perdere le proprie tracce.

Le indagini però non si sono mai interrotte, finché i carabinieri di Napoli-Barra hanno identificato la seconda rapinatrice: è Rosetta Del Giudice, 38 anni, del Corso Sirena, già nota alle forze dell’ordine, a carico della quale i carabinieri hanno raccolto numerosi gravi indizi che dimostrano la sua colpevolezza.

I militari l’hanno arrestata per rapina aggravata, porto illegale di arma da sparo clandestina e ricettazione, eseguendo a suo carico un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip di napoli.