Raid vandalico in una scuola, portati via numerosi computer. “Più sicurezza per Napoli Nord”

Raid vandalico in una scuola, portati via numerosi computer. “Più sicurezza per Napoli Nord”

Napoli. Raid vandalico questa notte alla scuola media Pertini di Scampia. Ignoti si sono infatti introdotti all’interno dell’istituto ed hanno sfondato le pareti per entrare nelle aule e portare via numerosi computer ed apparecchiature tecniche. Ingenti i danni strutturali. Nell’ultimo mese la scuola è già stata colpita con episodi simili con il furto di strumenti musicali ed altri oggetti informatici.

“Cacciamo ed arrestiamo i ladri del futuro dei nostri giovani studenti. Stanotte per la terza volta consecutiva la mancata prevenzione sulle scuole pubbliche anche da parte del Comune di Napoli, nonostante gli avvisi, ha sortito i suoi gravissimi effetti. – denuncia Angelo Pisani, presidente della Municipalità di Scampia – Purtroppo nulla è stato fatto, nonostante le nostre proteste e ripetute richieste, anche a seguito dei due raid delle scorse settimane, tanto che i ladri o meglio giovani criminali impuniti hanno addirittura smantellato le aule, come si può vedere dalle foto, arrecando anche gravi danni strutturali alla scuola.”

“Da tempo, quale presidente della municipalità, – aggiunge Pisani – insieme ai docenti delle scuole di Napoli Nord, cui va sempre tutto il mio ringraziamento e la mia solidarietà, chiediamo adeguate misure di prevenzione e vigilanza, a cominciare dalla indispensabile installazione delle telecamere di sorveglianza e dalla presenza quotidiana di forze dell’ordine. Ricordo al sindaco che i “beni comuni” di cui tanto spesso parla sono in primo luogo le scuole pubbliche, che non possono essere lasciate liberamente alla mercé di questi criminali addirittura per tre volte consecutive, consentendo loro, come accaduto per la scuola Pertini, perfino di alzare il tiro della sfida apponendo una sorta di “firma” sui luoghi devastati dai raid. Alle forze dell’ordine e alla Prefettura chiediamo di garantire maggiore sicurezza per le nostre scuole e per il territorio in generale”.