Ragazzino aggredito a Mugnano, il sindaco: “Già chiesti maggiori controlli”

Ragazzino aggredito a Mugnano, il sindaco: “Già chiesti maggiori controlli”

Una violenza inaudita e senza motivo che sta scatenando rabbia ed indignazione. Il caso di Fabio, il 13enne aggredito da un branco di giovanissimi in strada a Mugnano, sta facendo il giro del web dopo il post-denuncia del padre su facebook.

“Oggi vi mostro cosa è diventato il mondo e ve lo mostrerò nel modo più vero e crudo. – ha scritto l’uomo pubblicando la foto del figlio con i segni dell’aggressione in volto – Vi mostrerò la vera faccia di quella merda che si chiama bullismo  e vi prego di condividere e commentare perchè quello che è successo a mio figlio non deve e non dovrà accadere a nessuno. E mi raccomando denunciate perchè gli autori di tali soprusi non devono passarla liscia.”

Sul caso interviene anche il sindaco Luigi Sarnataro. “Chiaramente piena solidarietà alla famiglia ed al ragazzo. Episodio grave e da condannare, senza se e senza ma. – afferma il primo cittadino mugnanese – Ero già a conoscenza di questo gruppo di ragazzini che si aggira nella zona dando fastidio non solo ai bambini ma anche ad altri passanti.”

“Nella giornata di ieri, ancor prima di questo episodio, – sottolinea Sarnataro – avevo allertato vigili urbani e carabinieri per chiedere maggiori controlli nella zona ed in generale ad entrata ed uscita delle scuole per evitare altri fatti simili.”