Qualiano, si dimette l’assessore Odierno. “Continuo ad appoggiare l’operato della giunta”

Qualiano, si dimette l’assessore Odierno. “Continuo ad appoggiare l’operato della giunta”

Qualiano. “Ringrazio Francesco,  per tutto il prezioso contributo offerto a quest’Amministrazione a cui continuerà  a stare vicino anche se non più come parte attiva. Capisco che in un percorso amministrativo, che chiede una presenza continua e quotidiana, si ha difficoltà a conciliare gli impegni di lavoro con i tempi della politica. Mi conforta, che Francesco continuerà ad essere una persona su cui contare e un amico del quale fidarsi sempre”. Il sindaco Ludovico De Luca, commenta le dimissioni del dottor Francesco Odierno, che nella giornata di ieri ha protocollato le dimissioni dalla carica di assessore, che ha ricoperto dal 2013, dopo la vittoria delle elezioni amministrative.

“Ho avuto l’onore e l’onere di essere nominato Assessore del Comune di Qualiano ed insieme a tutta la Giunta ed al Consiglio, ho preso parte alla crescita ed all’ammodernamento del paese in questi ultimi 3 anni.- ricorda l’ex Assessore Odierno- Ho sempre condiviso  e tutt’ora condivido l’operato di Questa Amministrazione che si è contraddistinta per spirito di sacrificio, onestà  e laboriosità. Purtroppo sopravvenuti impegni lavorativi fuori al territorio di Qualiano, non mi permettono di continuare questo percorso amministrativo se non posso garantire la mia presenza quotidiana al Comune”.

L’ex assessore Odierno, nel corso del suo mandato assessorile, si è occupato di Politiche sociale, politiche abitative e  informatizzazione dell’Ente portando a risoluzioni tante problematiche che giacevano irrisolte e dimenticate da anni. Tra queste la regolarizzazione dei fitti delle abitazioni della 219, il trasporto disabili, diversi punti wi-fi free sul territorio. Su tutte le cose fatte è importante sottolineare la strutturazione dell’intero comparto delle Politiche sociali, con presenza ai tavoli istituzioni di Ambito e nell’accoglienza delle persone, con risposte certe e competenti alle richieste ed esigenze. Non più assistenzialismo, ma un vero e proprio sistema di welfare, con  conoscenza delle problematiche, sinergia di intenti e risoluzione con tutti gli organismi preposti mettendo in campo tutte le iniziative dirette a garantire la sicurezza e il benessere dei cittadini.