Qualiano, agguato alla “miciona”: arrestato affiliato al clan D’Alterio-Pianese

Qualiano, agguato alla “miciona”: arrestato affiliato al clan D’Alterio-Pianese

Qualiano. Colpo alla camorra qualianese. I carabinieri hanno arrestato Giuseppe Di Nardo, pregiudicato classe ’59, detto “Pucchi Pucchi”, ritenuto affiliato clan D’Alterio – Pianese operante nel territorio qualianese.

L’uomo è finito in manette in esecuzione all’ordine per la carcerazione in regime di detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli. Deve espiare la pena di 3 anni e 5 mesi di reclusione, poiché riconosciuto colpevole di associazione per delinquere di stampo camorristico, tentato omicidio, porto abusivo di armi e ricettazione, commessi a Qualiano il 17 febbraio 2009.

L’uomo è considerato dagli inquirenti uno degli autori del fallito agguato alla capoclan Raffaella D’Alterio, detta ‘a miciona e moglie del boss defunto Nicola Pianese detto “‘o mussato”. In quella circostanza, la donna, in compagnia del figlio, fu ferita ad una spalla da alcuni colpi di pistola mentre saliva in auto in via di Vittorio.

La vittima riuscì però a sfuggire all’esecuzione dei killer, due uomini col volto coperto da casco a bordo di una moto di grossa cilindrata. Quell’episodio rientra nell’ambito della faida tra i D’Alterio-Pianese e gli “scissionisti” dei De Rosa che ha insaguinato le strade di Qualiano nel primo decennio del 2000.

Facebook