Pronto per le tavole della provincia di Napoli, sequestrato pesce avariato

Pronto per le tavole della provincia di Napoli, sequestrato pesce avariato

Il Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari, nel corso di verifiche predisposte in ambito nazionale, a seguito di accertamenti eseguiti nelle province di Napoli e Ascoli Piceno, ha sequestrato 2,010 tonnellate di prodotti ittici, freschi e congelati, rinvenuti privi di etichettatura o con data di scadenza ampiamente decorsa e mancanti della tracciabilità documentale di ‘filierà, in violazione delle leggi comunitarie e nazionali che stabiliscono i principi ed i requisiti generali per la sicurezza alimentare.

«Tale azione – spiega una nota dei Carabinieri – a presidio di beni essenziali di largo consumo, ha scongiurato che finissero sulle tavole dei cittadini, specie in un momento di tradizionale convivialità ferragostana, diverse specie di pesce e prodotti ittici congelati potenzialmente dannosi per la salute. Venivano riscontrate difformità in ordine alla rintracciabilità degli alimenti ed elevate sanzioni amministrative per oltre 8 mila euro».