Presentazione a Quarto del ciclo di incontri de “Il Quartograd chiama”

Presentazione a Quarto del ciclo di incontri de “Il Quartograd chiama”

“IL QUARTOGRAD CHIAMA” è il nome del ciclo di eventi pubblici promossi dall’associazione rossoblù, già svelati in parte con i manifesti affissi in alcuni punti di Quarto, saranno presentati in dettaglio nella conferenza stampa che si terrà sabato 14 Novembre alle ore 16 presso il Bar Saint Mary.

Sarà questa l’occasione anche per illustrare la campagna di azionariato popolare per la stagione sportiva 2015/16. “Abbiamo ereditato, da chi doveva gestire lo stadio negli anni scorsi, una situazione pesante che ci ha costretti ad allenamenti senza acqua calda e corrente elettrica, senza reti per le porte e con porzioni di terreno di gioco disastrate. All’inefficienza di chi doveva risolvere i problemi della struttura hanno risposto i giocatori, i dirigenti, i tifosi, i simpatizzanti ed i sostenitori di questo progetto che, con un grande spirito di dedizione, c’hanno permesso di resistere. Questi sacrifici organizzativi ed economici hanno sottratto molte energie e risorse che avremmo potuto impiegare per fare altro, ma sono stati ripagati con i risultati ottenuti, sia dentro che fuori del campo, dalla prima squadra e dalla neonata Juniores.

Oggi per poter continuare a crescere, il club ha bisogno del supporto di quanti credono in questo progetto che è un vero e proprio stile di vita, una mentalità, una concezione del mondo che va oltre il rettangolo verde”.

Coloro che vogliono aiutare questa realtà o semplicemente saperne di più sono invitati all’incontro/conferenza stampa di Sabato 14 Novembre ore 16 presso il Bar Saint Mary (Piazza Santa Maria) cui seguiranno le serate “a night in support of Quartograd with” Venerdì 20 (alle ore 19) sarà animata da Top_One” (presso l’Anchor and Hope Tatoo di Quarto in via Spanò), mentre la settimana successive, alla stessa ora, spazio alle note di Tartaglia & Aneuro (al Birsciò al Corso Italia 233).

“Mille che danno uno, affinché uno non sia costretto a dare mille!!!”. Un altro calcio è possibile, un’altra Quarto è necessaria”