Poziello all’Auchan: “O chiude il 26 dicembre o vi chiudo io”

Poziello all’Auchan: “O chiude il 26 dicembre o vi chiudo io”

Giugliano. La decisione della galleria commerciale Auchan di Giugliano di aprire il 26 dicembre ha scatenato diverse polemiche. Oggi interviene il primo cittadino Antonio Poziello che annuncia un’ordinanza sindacale che ordini la chiusura del centro.

“Ad ognuno di noi fa piacere poter andare nei negozi e nei centri commerciali nei giorni e negli orari più disparati. Incuranti e dimentichi che in quei negozi, in quei centri commerciali ci sono lavoratori che hanno diritto al riposo, a dedicare tempo alle proprie famiglie – dice Poziello – Negli ultimi anni la deregulation che ha interessato il settore commercio ha portato di fatto la grande distribuzione organizzata ad azzerare quasi i giorni di chiusura. Quasi, appunto. Mantenendo alcuni pochi sacri giorni di chiusura e riposo.

Oggi, ci ritroviamo con un braccio di ferro che vede contrapposti i dipendenti dei negozi della galleria commerciale Auchan di Giugliano e la direzione della stessa. Il motivo? La decisione di aprire il 26 dicembre, giorno in cui il centro è tradizionalmente chiuso. In questa vicenda i lavoratori non sono soli. L’Amministrazione comunale di Giugliano in questa battaglia, che è anche simbolica, è al fianco dei lavoratori.

Troviamo che la scelta di aprire la galleria il 26 dicembre non abbia ragion d’essere. Non certo economica. Non di difesa dei posti di lavoro. Del resto, l’ipermercato all’interno dello stesso centro il 26 dicembre è chiuso. Del resto, il centro gemello di Mugnano quello stesso 26 dicembre è chiuso. Laddove il confronto in atto non dovesse trovare la positiva ed auspicata soluzione, in ambito sindacale, l’Amministrazione è pronta ad intervenire con un’Ordinanza Sindacale di chiusura per il giorno 26 dicembre. Siamo certi, però, che i vertici di Auchan non vorranno arrivare al punto di registrare un intervento dell’Amministrazione comunale. Creando inutili attriti con la comunità che li ospita”.

LEGGI ANCHE: APROVITOLA NON E’ D’ACCORDO: “VA CONTRO LA SUA CITTA’ “

Facebook