Ponticelli, agguato di camorra: morto Salvatore Solla

Ponticelli, agguato di camorra: morto Salvatore Solla

Morto Salvatore Solla, ras di Ponticelli, raggiunto ieri da sei colpi di pistola al torace. Tore ‘o Sadico, come veniva soprannominato, è stato vittima di un agguato di camorra mentre si trovava in compagnia di Giovanni Ardu, 42 anni, in via Bartolo Longo, nel Lotto O, roccaforte del clan De Micco.

Salvatore Solla si era fermato alla guida della sua “Mini Cooper” per salutare il conoscente quando i killer, a bordo di un’altra vettura, si sono affiancati e hanno fatto fuoco a ripetizione. “Tore o’ sadico”, obiettivo principale dell’agguato, non ha avuto il tempo e la forza di mettere in moto e tentare una fuga disperata. Si è accasciato sul volante e i soccorritori lo hanno trovato così. Il 42enne invece è stato ferito a entrambe le gambe, ma è riuscito a gridare aiuto e a trascinarsi fuori dall’abitacolo.

Solla sarebbe stato punito per “un’alzata di testa”. Il ras del Lotto O, ex clan Sarno, ora considerato affiliato al gruppo dei De Luca Bossa di via Bartolo Longo, forse aveva deciso di mettersi in proprio o di prendere il controllo delle attività illecite. Un’ambizione di potere che sarebbe stata soffocata nel sangue. Questa la principale pista battuta dagli investigatori per decifrare l’omicidio di ieri pomeriggio.