Pompei, prezzi di favore per camere alle prostitute: arrestato albergatore

Pompei, prezzi di favore per camere alle prostitute: arrestato albergatore

Pompei. Camere d’albergo alle prostitute, albergatore di hotel a 1 stella finisce in manette. Le accuse sono di favoreggiamento e tolleranza alla prostituzione. Secondo gli investigatori, il giro d’affari era di circa 2mila euro al giorno. I carabinieri hanno eseguito l’arresto nei confronti di un noto imprenditore di Pompei, 57enne, proprietario di una struttura di viale Mazzini (ex albergo «Due Pini»). Nella struttura ricettiva l’uomo avrebbe anche “ospitato” una prostituta napoletana.

La donna – denunciata per violazione al foglio di via dalla città del Santuario – è stata sorpresa all’interno di una stanza dell’albergo – posto sotto sequestro preventivo – in compagnia di un cliente. La tariffa per la prestazione sessuale con la piacente prostituta – come riporta Il Mattino – era di 90 euro. I militari dell’Arma hanno ascoltato i clienti ed hanno accertato che l’albergatore effettuava prezzi di favore per l’affitto della camera:  25 euro a fronte dei classici 35 euro. L’uomo è ora sottoposto al regime degli arresti domiciliari in attesa della convalida del Gip.