Poggioreale, detenuto ritrovato senza vita: “E’ un’estate di fuoco”

Poggioreale, detenuto ritrovato senza vita: “E’ un’estate di fuoco”

Un detenuto è morto all’interno del carcere di Poggioreale all’alba di oggi, intorno alle ore 6. Lo rende noto il Sappe, Sindacato autonomo polizia penitenziaria, che con una nota ha spiegato che gli agenti napoletani hanno ritrovato il corpo senza vita nella cella 27 del padiglione “Milano”. Si tratta di un 53enne napoletano.

Sarebbe deceduto per cause naturali. L’ipotesi più probabile è quella dell’arresto cardiocircolatorio. L’uomo avrebbe finito di espiare la propria pena per estorsione nel 2019 ed era detenuta dal 28 giugno per la revoca del regime di semilibertà a cui era sottoposto. In cella con lui c’erano altre 7 persone. Dure le parole del sindaco nel commentare la vicenda. “Ci troviamo dunque a commentare l’ennesimo tragico evento critico all’interno di un penitenziario della regione Campania in un’estate di fuoco. Poggioreale, che ospita circa 2.100 detenuti, vive in maniera drammatica un sovraffollamento della popolazione detenuta di 700 unita» spiega Emilio Fattorello, segretario Sappe della Campania.