Picchiato per un parcheggio e derubato: noto giornalista finisce in ospedale

Picchiato per un parcheggio e derubato: noto giornalista finisce in ospedale

Napoli. Follia per un parcheggio: il giornalista Luigi Necco viene prima picchiato e poi derubato. L’episodio di violenza è avvenuto questa mattina in piazza Muzii, nel quartiere napoletano dell’Arenella, ed a raccontarlo è Il Mattino. L’ex cronista della Rai (dove si è occupato per anni di sport ma anche di camorra) è finito all’ospedale Cardarelli dopo essere stato aggredito con una violenza inaudita da un automobilista.

Necco intorno alle ore 13 si trovava all’interno di una pasticceria ma una volta uscito ha trovato un’auto parcheggiata male che gli impediva di fare manovra con la propria Alfa 147 regolarmente parcheggiata. Il conducente della vettura che sostava in malo modo, una volta arrivato sul posto, ha iniziato ad inveire: “Mi hai rigato l’auto”, ha detto. Necco ha dunque estratto una telecamerina cominciando a riprendere per dimostrare che non c’era nessuna danno. Qui è scattata la violenza. L’uomo, sui trent’anni, con un pugno ha rotto lunotto posteriore dell’Alfa, poi ha iniziato a insultarlo, prima di colpirlo a calci e pugni.

Il noto giornalista (che ora conduce una trasmissione su un’emittente televisiva napoletana) è stato difeso da alcuni passanti ma ciò non è bastato a fermare l’aggressore che ha continuato ad accanirsi su di lui. Prima di scappare, però, l’uomo ha anche rubato la telecamera per poi andare via a bordo della sua auto.

Dopo poco – come riporta ancora Il Mattino – sul posto sono giunte le Volanti della polizia e un’ambulanza, che ha accompagnato Necco al pronto soccorso del Cardarelli, dove gli sono state diagnosticate contusioni guaribili in una settimana.

Numerosi testimoni hanno fornito una descrizione del folle agli investigatori. L’uomo che ha preso a calci e pugni e poi derubato il noto giornalista, dunque, avrebbe le ore contate.