Picchia la moglie incinta, arrivano i carabinieri e li aggredisce con un coltello

Picchia la moglie incinta, arrivano i carabinieri e li aggredisce con un coltello

La chiamata d’allarme al 112 parla di un’aggressione in famiglia in corso. Un uomo sta aggredendo e insultando la moglie incinta.I carabinieri della stazione e del nucleo radiomobile di pozzuoli si precipitano all’indirizzo indicato nella telefonata e arrivati fuori all’abitazione segnalata intercettano l’aggressore allontanarsi di corsa probabilmente avendo udito le sirene.

Invece di arrendersi l’energumeno prima minaccia poi aggredisce i militari con un coltello da cucina, ma viene disarmato e immobilizzato dagli operanti.

Si tratta di s.r., 41enne del luogo, già noto alle ff.oo., arrestato per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, resistenza, violenza e minaccia a p.u.

Portato in caserma, al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato al carcere di poggioreale.

I militari hanno ricostruito che le violenze alla moglie e agli altri familiari andavano avanti da tempo.