Pd, è Valeria Valente l’anti-Bassolino. Ma Daniele si oppone: “Non la voteremo”

Pd, è Valeria Valente l’anti-Bassolino. Ma Daniele si oppone: “Non la voteremo”

E’ Valeria Valente l’antibassolino. Da Roma è giunta la decisione: sarà lei la candidata alle primarie del centrosinistra a Napoli che sfiderà l’ex governatore della Campania. Bocciato dunque Riccardo Monti che tanto piaceva al partito napoletano ma che da Roma è stato rispedito al mittente. E tra le due ipotesi politiche, Gennaro Migliore e Valeria Valente, la scelta è ricaduta su quest’ultima. Deputata, ex bassoliniana, i democratici pensano che sia proprio lei a poter togliere voti a Bassolino.

 

Ma la Valente ha già un primo oppositore espressamente dichiarato: Gianluca Daniele. Il consigliere regionale ha dichiarato al Corriere del Mezzogiorno “Se sarà confermata la candidatura di Valeria Valente noi riformisti non la voteremo. Nulla di personale ma non ci rappresenta”. Daniele già da giorni dice di avere pronte le firme per la candidatura e difatti conferma di essere pronto a scendere in campo. “Io sarei per esserci, ma è una scelta che dobbiamo fare insieme” conclude. Il termine ultimo per farsi avanti è il 4 febbraio. E la stessa Valente dice di non avere ancora avuto comunicazioni ufficiali.  Intanto continua la corsa di Bassolino, come ormai l’ha definita lui #casapercasa. Ieri è stato a Fuorigrotta dove però non ha voluto commentare la discesa in campo della Valente.