Paolo Villaggio: età, causa morte, bio wiki, moglie, figli, malattia

Paolo Villaggio: età, causa morte, bio wiki, moglie, figli, malattia

Incredulità e tanto dolore per la morte di Paolo Villaggio. L’attore interprete del celeberrimo Ugo Fantozzi è deceduto oggi all’età di 84 anni. Ma com’è morto? Quando era nato? Lascia figli? Come si chiama la moglie? Qual era il rapporto con la famiglia? Ci sono video su YouTube che lo ricordano?

Causa morte, età, malattia del diabete

L’attore Paolo Villaggio ci la hasciati all’età di 84 anni. Infatti era nato a Genova nel 1932 (ne avrebbe fatti 85 il prossimo 30 dicembre). La causa della morte è legata al diabete, che l’aveva costretto a un ricovero negli ultimi giorni al Policlinico Gemelli di Roma. A darne l’annuncio su Facebook la figlia Elisabetta con un post: “Ciao, papà. Ora sei di nuovo libero di volare”.

“Si è curato poco e male”, hanno spiegati i figli, aggiungendo che il padre era stato ricoverato prima al Gemelli dal 14 maggio al 9 giugno, e poi trasferito nella struttura di Collina Fleming. “Un mese e mezzo fa abbiamo fatto una serata a Capodistria”, ha ricordato il figlio Pierfrancesco, “poi ha avuto una forte infezione determinata dal diabete“. Una malattia che, a detta loro, non è mai stata curata con le dovute attenzioni.

Biografia wikipedia

Nasce nel capoluogo ligure il 30 dicembre del 1932, fratello gemello di Piero Villaggio (1932 – 2014), futuro docente alla Scuola normale superiore di Pisa. Il padre Ettore è un ingegnere edile palermitano mentre la madre Maria, di origini veneziane, è un’insegnante di lingua tedesca. Frequenta le elementari nella scuola Diaz a Genova, assieme al fratello e al futuro dirigente FIAT, Paolo Fresco. Gli anni dell’infanzia e dell’adolescenza verranno spesso raccontati dall’attore nella sua pièce teatrale intitolata Delirio di un povero vecchio.

Tra i tanti aneddoti si ricordano: lo sbarco delle forze alleate, lo stupore nel trovarsi per la prima volta di fronte a soldati stranieri e soprattutto l’assaggiare bevande e pietanze (come coca-cola e cibi in scatola), che per un adolescente italiano dell’epoca erano del tutto inusuali. La famiglia Villaggio, pur essendo agiata e dell’alta borghesia genovese, subisce ugualmente le ristrettezze e le privazioni causate dalla seconda guerra mondiale.

Dopo aver frequentato il liceo classico “Andrea Doria”, comincia all’università di Genova gli studi di Giurisprudenza che abbandona per dedicarsi a svariati impieghi. Sono questi gli anni in cui comincia a seguire la società calcistica della Sampdoria, squadra di cui è rimasto grande tifoso. Nel 1954, al Lido di Genova, incontra Maura Albites, che verso la fine degli anni cinquanta diverrà sua moglie e dalla quale avrà due figli: Elisabetta (1959) e Pierfrancesco (1965, comparso poi in alcune pellicole del padre).

Dopo gli studi ha diverse esperienze lavorative: da cameriere a speaker della BBC a Londra, fino a diventare cabarettista e intrattenitore sulle navi della Costa Crociere, insieme con Fabrizio De André, di cui era intimo amico. Negli anni sessanta viene assunto, come impiegato, in una delle più importanti industrie impiantistiche italiane, la Cosider. da questa esperienza lavorativa trarrà l’ispirazione per creare il personaggio del ragioner Ugo Fantozzi, che in seguito lo renderà molto popolare.

Interprete televisivo e cinematografico di personaggi legati a una comicità paradossale e grottesca, come il professor Kranz e il timidissimo Giandomenico Fracchia, è noto al grande pubblico per la creazione letteraria e la seguente trasposizione cinematografica (in dieci pellicole) del ragionier Ugo Fantozzi. All’attività comica fa eco quella di scrittore, cominciata proprio con un libro su Fantozzi, al quale seguiranno altri otto sul ragioniere, e altri libri di carattere satirico.

Ha recitato in parti più drammatiche, partecipando a film di registi come Federico Fellini, Marco Ferreri, Lina Wertmüller, Ermanno Olmi e Mario Monicelli. Nel 1992, in occasione della 49ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, riceve il Leone d’oro alla carriera Nell’agosto del 2000 gli viene assegnato al Festival del cinema di Locarno il Pardo d’onore alla carriera.

Vita privata, figli (foto in basso), intervista YouTube

Era sposato da 60 anni con Maura Albites (FOTO), conosciuta al Lido Di Genova. Lascia due figli a cui, per sua stessa ammissione, era legatissimo: Pierfrancesco Villaggio, comparso anche in alcuni film, ed Elisabetta, che oggi, 3 luglio, ha dato l’annuncio della morte del papà sui social network.

Un rapporto non facile, quello con i figli, come testimoniato dagli stessi. “Con papà abbiamo avuto un rapporto complesso”, hanno spiegato i Elisabetta e Piero. “A me ha insegnato a essere forte”, il racconto di Elisabetta, mentre Pierfrancesco ha sottolineato che “con papà non è stato facile dato che lui era assente come molti che fanno questo lavoro. Ma per fortuna – ha proseguito il 51enne – nell’ultimo periodo ho avuto l’occasione di stargli vicino, perchè ho lavorato con lui”.

Riportiamo in basso un estratto di un’intervista a Paolo Villaggio a Tv 2000 pubblicata su YouTube.

LEGGI ANCHE: IL COMMOVENTE ADDIO DELLA “SIGNORINA SILVANI”

pierfrancesco villaggio

Paolo Villaggio con il figlio Piero

elisabetta villaggio

Paolo Villaggio con la figlia Elisabetta

maura albites

Paolo Villaggio con la moglie Maura Albites