Panico a Caserta: rapinata tabaccheria in pieno centro. Ecco cos’è successo

Panico a Caserta: rapinata tabaccheria in pieno centro. Ecco cos’è successo

Rapina choc ieri pomeriggio, intorno alle 18, in pieno centro a Caserta, in una tabaccheria di Corso Trieste, a poche centinaia di metri dalla Reggia vanvitelliana.

Un uomo, che è poi risultato essere il 46enne Giovanni Taccia, già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e la persona, pistola in pugno, è entrato nel suddetto esercizio commerciale e ha minacciato il proprietario, prima verbalmente poi sparando anche un colpo in aria con l’arma, che fortunatamente era caricata a salve.

A quel punto il proprietario non ha potuto far altro che consegnargli l’incasso, circa 1300 euro. L’uomo è quindi uscito in strada senza scappare, ma camminando con naturalezza per cercare di non destare sospetti. Il luccichio della sua pistola ha però insospettito i passanti che hanno allertato i Vigili Urbani di Caserta.

Questi hanno poi girato la chiamata in Questura in modo molto rapido, tanto da consentire ad una volante della Polizia di cogliere praticamente sul fatto il rapinatore. Taccia ha anche tentato la fuga con arma e bottino, ma è stato intercettato pochi metri più avanti.

Il pregiudicato era venuto dalla Sicilia per passare qualche giorno di vacanza con il figlio, che vive in un comune dell’hinterland casertano. E ha pensato bene di visitare anche il capoluogo, magari ricavandoci qualcosa.