Orta di Atella, Conferenza di Servizi per la discarica San Pancrazio. Tosti: “È uno scempio”

Orta di Atella, Conferenza di Servizi per la discarica San Pancrazio. Tosti: “È uno scempio”

È stata convocata per il 14 settembre la Conferenza di Servizi voluta dalla Direzione Generale per l’Ambiente, la Difesa del Suolo e l’Ecosistema della Regione Campania, per approvare un documento di analisi di rischio circa la discarica comunale San Pancrazio, sita in località San Giorgio, nel territorio comunale di Orta di Atella.

Anche se qualche tempo fa il comune decise di installare una telecamera per sorvegliare la zona, la discarica è diventata un vero e proprio sversatoio a cielo aperto. “Non è solo la Discarica di San Pancrazio ad essere una bomba ecologica ma è tutta l’area della Località San Giorgio che è diventata uno sversatoio vergognoso, sotto l’occhio di una telecamera che non sappiamo se e cosa registra” – ha commentato Vincenzo Tosti in qualità di portavoce del Collettivo Politico – Culturale Città Visibile.

Alla Conferenza potrà prendere parte un unico rappresentante legittimato dall’organo competente, che esprimerà un voto vincolante dell’Amministrazione su tutte le decisioni di competenza della stessa.

“La Discarica Comunale è già inserita nel Piano delle Bonifiche Regionali” – prosegue Tosti – “una Bonifica mai iniziata per mancanza di fondi, quindi accogliamo positivamente l’indizione della Conferenza di Servizi per il 14 settembre da parte della Direzione Regionale per l’Ambiente e l’Ecosistema e ci aspettiamo che il delegato del Comune di Orta di Atella, nel caso il Commissario Prefettizio, in quella sede sottolinei l’urgenza nel mettere mano al ripristino di una situazione di legalità nell’area. Da parte nostra cercheremo col nostro Collettivo e con altre Associazioni Ambientaliste di accreditarci per partecipare alla Conferenza ed essere prima orecchio e poi megafono della popolazione ortese che deve essere giustamente informata su un tema che è fondamentale per la loro salute. San Pancrazio non è solo una discarica ma anche il luogo di numerosi roghi che hanno appestato l’aria in questa torrida estate di fumi e di fuochi.”

A cura di Stefano Maria Mormile

21269567_10212727317450551_440342235_n

21268530_10212727329210845_1535155420_n