Udine, Francesco Mazzega gira per ore con il cadavere di Nadia Orlando in auto

Udine, Francesco Mazzega gira per ore con il cadavere di Nadia Orlando in auto

Nadia Orlando strangolata dal suo fidanzato. Un uomo di 34 anni avrebbe vagato tutta la notte con il cadavere di lei in macchina. Quindi si è presentato stamani al comando della Polizia Stradale di Palmanova con il corpo della ragazza 21enne reclinato sul posto del guidatore. L’uomo avrebbe quindi confessato di aver ucciso la ragazza, strangolandola.

Le tracce dei due si erano perse da ieri sera. Quando l’uomo, Francesco Mazzega di Spilimberto (Palmanova), si è presentato al comando con il cadavere di Nadia, di Dignano (Udine), gli investigatori si sono subito mossi sulla pista dell’omicidio. Gli accertamenti sono svolti dalla Polstrada e dalla Squadra Mobile di Udine.

La vettura, una Toyota Yaris, è stata esaminata nel parcheggio della caserma dalla Polizia scientifica e dal medico legale; il corpo è stato rimosso verso le ore 11.30. Mazzega è ancora sottoposto a interrogatorio da parte del pm Letizia Puppa. Francesco e Nadia erano fidanzati e colleghi:  lavoravano all’azienda ‘Lima’ di San Daniele del Friuli (Udine), specializzata in protesi ortopediche. Avrebbero dovuto presentarsi questa mattina al lavoro alle ore 9.00, ma non sono mai arrivati. Secondo le prime informazioni, l’uomo avrebbe strangolato la fidanzata ieri sera nei pressi di Lignano Sabbiadoro.