Orrore a Licola: uomo muore legato nell’appendiabiti dopo una rapina

Orrore a Licola: uomo muore legato nell’appendiabiti dopo una rapina

Orrore in un appartamento nel napoletano. È stato ritrovato il cadavere di un uomo in un’abitazione. Dalle prima informazioni si tratterebbe di un uomo di 65 anni di Formia che abitualmente si recava in zona. Potrebbe trattarsi di una rapina finita male.

Appena intervenuti i sanitari del 118 si sono ritrovati dinanzi a una scena raccapricciante: l’uomo, con i piedi fasciati, era in ginocchio sul letto, ma il viso e il busto erano incastrati nell’appendiabiti ai piedi del letto. La vittima potrebbe essere morta per soffocamento. A far pensare a una rapina anche la finestra ritrovata forzata presumibilmente da un cacciavite e la casa completamente a soqquadro.
Non sarebbe la prima volta che dei rapinatori immobilizzano le vittime per mettere a segno i loro colpi. E probabilmente nel tentativo di liberarsi è accaduto il peggio. Sul posto la polizia e la scientifica.

I fatti a Licola Mare nella frazione a ridosso tra i comuni di Pozzuoli e Giugliano a poca distanza dal capoluogo campano.