Orrore a Calvizzano, immigrato stupra donna e scatta foto della violenza

Orrore a Calvizzano, immigrato stupra donna e scatta foto della violenza

Violenze nel centro d’accoglienza di Calvizzano. Un richiedente asilo nigeriano di 40 anni è stato arrestato dai carabinieri della tenenza di Marano per violenza sessuale, lesioni ed estorsione. L’uomo ha violentato e malmenato una donna, ospitata in un centro di accoglienza di un altro comune.

I due in passato avevano avuto una relazione, ma una volta giunti in Italia, il 40enne chiedeva alla donna di dargli soldi. Pare che la avrebbe aiutata a sbaracare in Italia e per questo, ogni mese sborsava 75 euro (quanto le restava del pocket money dato agli immigrati). In una delle ultime occasioni, il nigeriano avrebbe ritenuto la cifra insufficiente e per questo avrebbe preteso che la donna si prostituisse.

Al suo rifiuto l’ha afferrata e l’ha violentata brutalmente. Come se non bastasse, durante il compimento dello stupro, ha scattato delle foto con il telefonino della vittima. Degli scatti-trofeo con cui l’uomo voleva vantarsi della violenza commessa.  Il40enne è stato arrestato dopo le denunce della donna ed ora è attualmente detenuto nel carcere di Poggioreale.