Omicidio Materazzo: Luca agì in piena volontà. Il 37enne è ancora introvabile

Omicidio Materazzo: Luca agì in piena volontà. Il 37enne è ancora introvabile

Gli avvocati del latitante Luca Materazzo hanno ricevuto l’avviso di chiusura indagini e il risultato è quello che già tutti si aspettavano. Il 37enne è accusato di omicidio premeditato. Nessun raptus, Luca ha ucciso il fratello Vittorio con volontà, forse per vendetta, di certo aveva pensato tutto nei minimi dettagli.

Era un ipotesi plausibile che ora per l’accusa ha delle certezze. L’abbigliamento, la fuga nel violetto dove si era preparato il cambio, insomma c’era tutto il necessario per uccidere e prepararsi la fuga. Ma Luca non avrebbe mai pensato di essere scoperto e inseguito da un super testimone che ha indicati i luoghi e il suo tragitto. Un errore che gli è stato fatale e che ha condotto gli inquirenti sulle sue tracce.

Luca però è introvabile dall’8 dicembre. Qualcuno lo ha aiutato a fuggire. Questo qualcuno è ora indagato appunto per aver aiutato il 37enne a guadagnarsi la fuga.