Omicidio di Noemi, trovate tracce di sangue nell’auto del papà del fidanzato

Omicidio di Noemi, trovate tracce di sangue nell’auto del papà del fidanzato

“Mai avrei aiutato mio figlio a commettere un simile delitto”, si difende così papà Biagio, 61 anni, dall’accusa di aver aiutato suo figlio Lucio ad uccidere la fidanzata Noemi Durini, 17 anni, finita a sassate in testa da quanto emerso per ora dalle indagini in corso. Eppure le tracce ematiche nella sua auto aggravano la sua posizione e lasciano intravedere un ruolo dell’uomo nell’omicidio della 17enne.

Lui e sua moglie Annamaria per ora, sono chiusi nella loro casa di Montesardo, frazione di Alessano sempre in provincia di Lecce. La loro casa è setacciata dai Ris arrivati dalla Capitale per cercare di chiarire i ruoli che i vari interpreti hanno avuto in questa tanto triste quanto tragica storia.

Biagio è disperato. Stando a quanto riporta il quotidiano Il Mattino ha dichiarato di aver avuto intenzione di aiutare il figlio, affetto da problemi psichici a detta sua, e di aver richiesto l’intervento di uno psicologo. Non l’ha fatto perché condizionato da quelli che sarebbero potuti essere i pregiudizi della piccola comunità del paese. Lucio con il padre aveva un rapporto di eterno conflitto. «Le avevo provate tutte per tenerli lontani lui e Noemi – racconta – lo avevo mandato persino dai parenti a Monza ma lei lo ritrovava sempre». Intanto è indagato per occultamento di persona.

Nella sua Fiat 500, che Lucio guidava la notte del delitto pur non avendo la patente, sono state rinvenute tracce di sangue, sfuggite al frettoloso lavaggio del veicolo. Una su una cintura di sicurezza, l’altra all’esterno. Possibile che il 61enne non le abbia viste? Possibile che non ne sapesse nulla?

Hanno fatto discutere le dichiarazioni dell’uomo a Chi l’ha visto? nel giorno della confessione. Parole di odio e disprezzo nei confronti della ragazzina di 16 anni («era cresciuta per la strada, a mio figlio lo picchiava e lo esorta a ucciderci. Per colpa sua ha avuto tre Tso») per poi mostrarsi straziato alla notizia in diretta delle ammissioni appena rese dal figlio al maresciallo dei carabinieri Giuseppe Borrello. Uno strazio bollato dai social come una sceneggiata.

Chi l’Ha Visto?, intervista ai genitori del fidanzato di Noemi. Rai Replay