Omicidio di Noemi, il fidanzato non risponde al gip. L’avvocato: “vuole solo continuare a studiare”

Omicidio di Noemi, il fidanzato non risponde al gip. L’avvocato: “vuole solo continuare a studiare”

Si è avvalso della facoltà di non rispondere Lucio, il fidanzato reo confesso dell’omicidio di Noemi Durini, la 16enne uccisa a Specchia in provincia di Lecce. Come riporta il quotidiano Il Mattino gli avvocati hanno dichiarato che il loro assistito ha già fornito la “sua versione dei fatti”.

Stando sempre alle dichiarazioni dei legali Lucio sarebbe pentito del folle gesto e molto segnato dagli sviluppi della vicenda. Inoltre, è molto probabile che il ragazzo sarà sottoposto ad una perizia psichiatrica per stabilire se sia in grado o meno di intendere e di volere.

Intanto resta incerta la data dei funerali. L’autopsia sul corpo di Noemi si terrà martedì e quindi è probabile che i funerali si tengano il giorno dopo, con il comune di Specchia che ha confermato di voler pagare le spese per le esequie.

Lucio ha invece espresso la volontà di continuare gli studi. Compirà 18 anni a dicembre ed era iscritto all’Istituto Professionale Don Tonino Bello di Alessano, lo stesso dove si era trasferita Noemi.