Omicidio a Villa Literno, uccise l’amica della compagna: ordinanza in carcere

Omicidio a Villa Literno, uccise l’amica della compagna: ordinanza in carcere

Follia a Villa Literno, uccise l’amica della compagna durante un lite per gelosia: ordinanza in carcere per il killer. Nel corso della mattinata odierna, i Carabinieri del Comando stazione di Villa Literno hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli Nord, su richiesta della locale Procura, nei confronti di MGBEMENA Chukwudi, cl. 78, nigeriano, in atto recluso presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, ritenuto responsabile di omicidio aggravato.

Il provvedimento odierno è stato emesso in piena concordanza con gli esiti dell’attività investigativa svolta in conseguenza del decesso di SANI Binta, cl. 73, di origini nigeriane  e residente a Castel Volturno, avvenuto lo scorso 14 maggio presso la clinica Pineta Grande di Castel Volturno.

L’arrestato nella serata del 10 maggio, a Villa Literno, in via Acquario, per motivi di natura sentimentale, dopo aver sbarrato la strada con la propria autovettura di colore verde ad una Opel Agila condotta dalla vittima SANI Binta, 44enne nigeriana, colpì con arma da taglio sia la stessa SANI che altri due occupanti quella autovettura, suoi connazionali, tra cui una donna con la quale MGBEMENA Chukwudi aveva intrapreso una relazione sentimentale poi troncata unilateralmente dalla donna per motivi di estrema gelosia dell’uomo.

Compiuto il folle gesto MGBEMENA Chukwudi si diede alla fuga con la sua autovettura. A seguito delle gravi ferite le vittime furono trasportate presso il pronto soccorso della clinica  Pineta Grande di Castel Volturno dove le condizioni della SANI apparvero subito critiche. La donna fu sottoposta ad intervento chirurgico per  “eviscerazione addominale da ferita da arma bianca” e posta in rianimazione.

Le indagini, immediatamente avviate e svolte anche attraverso attività tecnica hanno consentito ai militari dell’Arma di Villa Literno di individuare il MGBEMENA Chukwudi quale responsabile dei fatti ed lo scorso 11 maggio è stato sottoposto a fermo d’indiziato di delitto per tentato omicidio. A seguito della morte della SANI,  sopraggiunta per le gravi lesioni riportate, il GIP del Tribunale di NAPOLI Nord, in considerazione dei gravi indizi di colpevolezza raccolti ha emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del citato MGBEMENA Chukwudi che rimane, pertanto, recluso presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

(immagine di repertorio)