Nuovo video hard in chat nel napoletano, arriva l’intervento del sindaco

Nuovo video hard in chat nel napoletano, arriva l’intervento del sindaco

Pozzuoli. Dopo il caso di Tiziana, la donna suicidatasi dopo la diffusione di un suo video hard, spunta un altro filmato a luci rosse in provincia di Napoli, che vede protagonista una giovane studentessa di Pozzuoli (a quanto pare 19enne), diffuso attraverso Whatsapp.

A parlare del caso è stata la blogger Selvaggia Lucarelli, che su Facebook ha spiegato di aver denunciato l’accaduto alla polizia postale di Milano. La denuncia è arrivata anche dal consigliere regionale della Campania Francesco Borrelli.

L’esponente dei Verdi ha segnalato la vicenda al sindaco della città flegrea per attivare i servizi sociali. Poco dopo è giunto dunque, in serata, l’intervento del primo cittadino di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, per garantire alla studentessa e alla sua famiglia il sostegno del Comune.

“Sono stato informato – spiega Figliolia – di un avvenimento raccapricciante avvenuto in città. Cyberbullismo e mancanza di rispetto totale hanno preso il sopravvento. Considerando anche le denunce presentate, voglio informare la vittima di questo ennesimo assurdo episodio, e la sua famiglia, di non sentirsi soli. La rete dei nostri servizi sociali è pronta a fornire il dovuto supporto”.

Il sindaco di Pozzuoli ha poi ringraziato Lucarelli e Borrelli per aver richiesto l’intervento del Comune e per il lavoro di sensibilizzazione e denuncia.

Facebook