Nuovo commissario Pd di Giugliano, in pole Picierno e Migliore

Nuovo commissario Pd di Giugliano, in pole Picierno e Migliore

La decisione dovrebbe arrivare a stretto giro. Chi saranno i prossimi commissari del Pd di Giugliano, Ercolano e Castellammare la segretaria regionale Assunta Tartaglione lo dovrebbe comunicare a breve. La decisione infatti spetta a lei e pare che il criterio che seguirà sarà quello di nominare per i tre circoli tre componenti della segreteria regionale. Difatti circolano già i primi rumors che vedrebbero uno tra Gennaro Migliore e Pina Picierno commissario a Giugliano, Stefano Graziano a Castellammare e Teresa Armato a Ercolano. I tre dovranno accompagnare il circolo sino al congresso di febbraio.

Intanto dopo la bufera scoppiata in Regione sul caso “Parentopoli” per la nuova legge approvata che ha cancellato la norma che impediva l’assunzione di parenti di terzo grado, stavolta a essere travolta è Valeria Ciarambino, capogruppo del Movimento 5 stelle. Nello staff della Ciarambino infatti c’è il fidanzato, Domenico Migliorini, che però lavorerebbe a titolo gratuito. Proprio ieri la Ciarambino è intervenuta alla trasmissione di Teleclubitalia “Parliamone” accusando la presidente D’Amelio e De Luca di Parentopoli.

Ma questa mattina è venuto fuori lo scandalo in salsa grillina che smentirebbe tutto quello detto sino a ieri. “Domenico non ha un contratto, lavora a titolo gratuito per me – ha spiegato Ciarambino – Cura la mia pagina Facebook, il mio indirizzo di posta elettronica, la mia agenda. Oltre ad essere il mio fidanzato è un avvocato e un attivista del Movimento 5 Stelle” ha detto. Migliorini non ha dunque alcun contratto con l’ente. È allora un “abusivo” nel Palazzo, come lo definiscono alcuni consiglieri? “No, un volontario” ribatte la grillina che annuncia anche querele.

Intanto Bassolino prosegue la sua corsa alle primarie del Pd per la scelta del candidato sindaco a Napoli. “A Milano primarie aperte, libere e contendibili. Chi perde sostiene il vincitore, sottolinea Renzi. Bene, anche a Napoli. Andiamo avanti”.