Nuova tecnica nel napoletano per rapinare gli automobilisti di passaggio, effettuati due arresti

Nuova tecnica nel napoletano per rapinare gli automobilisti di passaggio, effettuati due arresti

Sarebbe una nuova tecnica messa a punto dai ladri per rapinare i malcapitati di passaggio: fingersi carabinieri a un posto di blocco per mettere a segno un colpo, a volte persino con l’ausilio di lampeggianti e divise perfettamente riprodotte per rendere più credibile la messinscena. I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Torre Annunziata hanno tratto in arresto per rapina in concorso Luigi Basco, 38 anni e Mario Guida, 26 anni, entrambi residenti a Boscoreale e già noti alle forze dell’ordine.

All’1.30 di stanotte, in via Diomede di Pompei, fingendo di essere Carabinieri in borghese avevano bloccato un passante 41enne di Boscotrecase che transitava a bordo della sua vettura per tornare a casa dopo il lavoro, rapinandogli (facendogli credere di essere armati) un borsello contenente telefonino ed effetti personali. Le loro ricerche, partite immediatamente dopo la denuncia del malcapitato, hanno portato all’individuazione dei malfattori ancora a bordo della Panda su via Caracciolo, ove sono stati bloccati.

Addosso a Guida i Carabinieri hanno trovato la carta Bancomat del rapinato, che il malfattore aveva nascosto nella cover del suo telefonino. Dopo le formalità di rito, compresa l’individuazione di persona a opera del rapinato, i 2 arrestati sono stati tradotti nella casa circondariale di Poggioreale.