Nuova mazzata al clan Lo Russo, chieste condanne per ras e affiliati

Nuova mazzata al clan Lo Russo, chieste condanne per ras e affiliati

Nuova stangata per il clan Lo Russo. Ieri, durante la requisitoria del pm è stato chiesto il mantenimento delle pene detentive già stabilite in primo grado. Il pubblico ministero, nel corso del processo in corte d’appello contro la cosca, ha sostanzialmente chiesto che venisse confermato quando deciso in primo grado.

Alla sbarra ci sono anche il ras Antonio Lo russo e Claudio Esposito. Questi ultimi, per essere divenuti collaboratori di giustizia, si sono visti dimezzare le precedenti condanne. Per Lo Russo la pena richiesta è di 5 anni, per Esposito invece 8 anni.

Invariate invece le richieste per gli altri alla sbarra. accusati di associazione per delinquere di stampo mafioso, associazione finalizzata al ytraffico di sostanze stupefacenti, contrabbando e favoreggiamento. Queste le richieste di condanna:

Carlo Davide e Pasquale Torre 16 anni

Giovanni Campaiola e Luigi Fiorino 10 anni

Alfredo Mercolino, Crescenzo Palma e Umberto Russo 9 anni

Antonio Briante 2 anni

Luigi Capone 4 anni

Antonio Cennamo 3 anni e 8 mesi

Emanuele D’Andrea 3 anni e 4 mesi

Massimo Gisini 2 anni

Gerardo Potenza 2 anni e 4 mesi

Bruno vitale 3 anni

La sentenza arriverà probabilmente il prossimo autunno.