Notte di sangue a Napoli, paura tra le vie del centro e in periferia

Notte di sangue a Napoli, paura tra le vie del centro e in periferia

Una notte di spari a Napoli, al centro e in periferia.  Nel centro tragedia sfiorata, un colpo d’arma da fuoco all’anca di una ragazza, probabilmente, una pallottola vagante che aveva come obiettivo un’altra persona, un bossolo calibro 9 trovato poi dagli agenti di polizia giunti sul posto.  È successo questa notte, verso le due, nei Quartieri Spagnoli, ad essere ferita una 19enne che passeggiava con una sua amica.

La ragazza è stata soccorsa da un’auto di passaggio su vico Canale a Taverna Penta e trasportata al Loreto Mare dove è stata operata.  Si è sparato anche nella periferia del napoletano, questa volta a mezzanotte nel Rione Don Guanella, una quarantina di colpi sparati all’impazzata. Secondo le prime ricostruzioni della Polizia potrebbe trattarsi di un episodio di “stesa”, ovvero dei raid in moto che vedono come realizzatori i giovani affiliati ai clan. Sparare senza un vero obiettivo per far sentire la propria presenza sul territorio.