“Non ha la residenza”: cure interrotte per una bimba di quattro anni di Acerra

“Non ha la residenza”: cure interrotte per una bimba di quattro anni di Acerra

Non può essere curata perchè non ha la residenza. E’ la storia di una bimba di quattro anni di Acerra. La bimba, come riporta il Corriere del Mezzogiorno, è affetta da una patologia renale ed è costretta dalla nascita ad assumere medicinali. La sua residenza però è bloccata da una denuncia per “occupazione abusiva” dell’appartamento in cui vivono.

I genitori della piccola (il padre è costretto su una sedia a rotelle) dicono di aver preso quell’abitazione in affitto. La mamma spiega che hanno perso il medico di base e che a causa di questa denuncia c’è stato lo stop da parte dell’Inps delle pratiche per l’invalidità del compagno e della figlia, perché irreperibili.

Mario ha perso il lavoro nel 2012, quando ebbe un collasso. Concetta, affetta da una gastrite ulcerosa, ha lasciato il suo lavoro da badante saltuaria per accudire il compagno e la figlia. Il papà dice di essere pronto a manifestazioni di protesta eclatanti.