Nigeriana picchiata per pochi euro nel casertano: fermati due profughi

Nigeriana picchiata per pochi euro nel casertano: fermati due profughi

Racconta una vera e propria guerra tra poveri la storia che arriva dall’alto casertano, dai comuni di Vairano Paternora e Teano. Protagonisti sono due ospiti di altrettanti Centri Temporanei d’Accoglienza che hanno picchiato e rapinato per pochi euro una loro connazionale.

Si tratta di Emmanuel Ogbonna di 31 anni e Amos Idor di 22 anni, entrambi raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

I fatti risalgono al 20 giugno scorso. I due hanno aggredito la donna con calci e pugni mentre passeggiava in strada, portandole via la borsa con il cellulare e pochi euro. La donna però riuscì a chiedere aiuto ad alcune persone che transitavano in zona che allertarono subito i Carabinieri.

I due cercarono quindi di nascondersi nei centri di accoglienza in cui erano ospitati, per confondersi tra la folla. I militari trovarono il bottino a terra e raccolsero la denuncia della donna. Oggi sono stati identificati e arrestati.