Nicky Hayden morto? Ecco come sta. Valentino Rossi: “Siamo con te”

Nicky Hayden morto? Ecco come sta. Valentino Rossi: “Siamo con te”

E’ drammatica la situazione di Nicky Hayden, il pilota di superbike coinvolto ieri in un incidente sulla Riccione Tavoleto e ora ricoverato in prognosi riservata a Cesena. Il campione versa in condizioni gravissime. “Forza, siamo con te”, gli scrive Valentino Rossi.

Come sta Hayden? Il pilota, come confermato dalle ultime news giunte ieri alla nostra redazione, è ricoverato presso l’ospedale Bufalini di Cesena nel reparto di rianimazione. Questa mattina, alle 8 e 20 circa, la dirigenza ospedaliera ha diramato un bollettino medico che ha confermato la gravità delle condizioni di Hayden.  “Non ci sono novità sostanziali rispetto a quanto comunicato nella serata di ieri. Nicky Hayden resta ricoverato nel reparto di rianimazione, il quadro clinico resta di estrema gravità” spiega la nota.

L’edema. Ieri, il pilota americano era così debole che non poteva essere sottoposto ad un intervento chirurgico. Se le condizioni si stabilizzano, Nicky Hayden potrebbe essere operato oggi. Nell’investimento di ieri ha riportato un grave edema cerebrale e diverse fratture, tra cui una esposta e una alla gamba. Un quadro clinico preoccupante, insomma. Tanto preoccupante che ieri si era diffusa la falsa voce che fosse morto o stesse per morire. Tantissimi i fan in apprensione per le sorti del pilota.

L’incidente. La ricostruzione del sinistro stradale è ancora incerta. Il dramma si è consumato ieri sera intorno alle 14: il motociclista si stava allenando in sella alla sua bici da corsa con un gruppo di amici quando è stato investito da una Peugeot. Forse una manovra azzardata del conducente, forse una distrazione fatale. La sua bicicletta è finita accartocciata nel fosso a pochi centimetri dalla sede stradale. Sul posto il 118, l’ambulanza e l’auto medicalizzata: Hayden è stato immediatamente trasportato all’ospedale ‘Infermì di Rimini con il codice di massima gravità per un politrauma cranico e toracico.

L’intervento. Hayden è vittima di una vasta emorragia cerebrale. Tuttavia il suo stato di salute è così precario che non può reggere un intervento alla testa. Per allentare la pressione endocranica, è stata applicata una sonda. In giornata i medici valuteranno i prossimi passi. Il pilota non è ancora fuori pericolo.

La coincidenza. Nello stesso reparto è in terapia intensiva anche una ragazza tedesca di 31 anni travolta da un tir mentre era in bici. Grave anche lei. Julia Viellehner, questo il suo nome, è stata travolta da un tir sul passo delle Forche. Incidente dalla dinamica assurda: la bici della ragazza – che il giorno prima aveva gareggiato al triathlon di Cervia, piazzandosi al secondo posto e che aveva pensato di sostare qualche giorno ancora in Romagna per una vacanza – in compagnia del fidanzato e di un amico – si è agganciata alla ruota posteriore del mezzo pesante, trascinandola.

Hayden, lo scorso fine settimana, aveva corso a Imola nel Mondiale Superbike per poi decidere di fermarsi qualche giorno in Italia. In bici con con Denis Pazzaglini, meccanico della Motogp, si erano fatti un selfie postandolo su Instagram. Mai avrebbero immaginato la tragedia che si preparava. Intanto Valentino Rossi ha pubblicato una lettera sul suo profilo Facebook : “Il più bel ricordo che ho di lui però è quando è venuto a darmi la mano dopo la sfortunata gara di Valencia 2015, durante il giro d’onore. Per lui era l’addio alla MotoGP, io avevo appena perso il mondiale. Il suo sguardo di supporto dentro il casco è uno dei pochi ricordi positivi che ho di quel giorno. Forza Nicky, siamo tutti con te. E’ uno dei migliori amici che ho avuto nel paddock. Forza Nicky, siamo tutti con te”.