Nella notte di Capodanno cercò di derubare i vicini: pregiudicato incastrato dalle tracce di sangue

Nella notte di Capodanno cercò di derubare i vicini: pregiudicato incastrato dalle tracce di sangue

Napoli. Nella notte di capodanno 2014, con un complice, s’introdusse nella villa di due anziani vicini, nella zona di Capodimonte, per derubarli. Il “colpo” non fu portato a termine solo perché i due coniugi, alle 4,00 del mattino, si svegliarono di soprassalto, urlando, per la presenza di due uomini nella loro camera da letto. L’intervento degli agenti del Commissariato di Polizia “Scampia” è stato fondamentale per l’identificazione di uno dei due responsabili che, nella circostanza, rimase ferito lasciando tracce ematiche sulla scena del crimine.

Già le indagini dei poliziotti avevano condotto nell’identificare Alessandro Fiorentino, pregiudicato di 50 anni, quale uno dei responsabili. L’uomo, al quale fu rivolto l’invito  dalla Polizia di presentarsi per il prelievo di sangue, non si presentò spontaneamente, tanto che coattivamente fu sottoposto agli accertamenti. I poliziotti dopo aver raccolto tutti gli elementi di prova e gli indizi sulle responsabilità di Fiorentino, hanno informato l’Auorità giudiziaria. Il gip del Tribunale di Napoli ha disposto nei confronti dell’uomo un’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere.

Gli agenti del Commissariato di Polizia “Scampia” hanno rintracciato l’uomo in un concessionario di autovetture in Via Vecchia Roma, arrestandolo e conducendolo alla Casa Circondariale di Poggioreale.