Natale a Melito, non solo feste e spettacoli, ma anche solidarietà

Natale a Melito, non solo feste e spettacoli, ma anche solidarietà

Con lo sfondo creato dalle luminarie che incorniciano le strade cittadine, la città di Melito sta vivendo la magia del Natale attraverso appuntamenti organizzati con la partecipazione delle associazioni del territorio, dei commercianti e dei cittadini. Da quest’oggi, inoltre, è ripartito il concorso che mette in palio soggiorni nelle più belle città d’italia incentivando all’acquisto sul territorio anche gli abitanti dei comuni limitrofi. Ma a Melito è forte anche la solidarietà nei confronti delle famiglie i cui bilanci risultano seriamente provati dalla crisi economica ed occupazionale. E’ per questo che, a fianco delle attività di contrasto alla povertà e di sostegno alle madri nubili, già evidenziate nei giorni scorsi, si pone l’iniziativa in favore di sessanta famiglie della città a cui domani verranno recapitate altrettante “spese di solidarietà”.

“Anche quest’anno la nostra associazione è attenta al sociale con le spese della solidarietà, inserita nel cartellone delle iniziative organizzate per le festività natalizie” afferma il presidente della Confcommercio Imprese per l’Italia di Melito di Napoli Antonio Papa. “Per evitare qualsiasi tipo di speculazione – aggiunge – manderemo direttamente a casa dei destinatari le spese natalizie, con le famiglie indicateci dall’ Ufficio Politiche sociali del Comune. Un modo sobrio per aiutare chi è in difficoltà”.
“A Natale si fanno tanti regali, ma il dono più importante è senza dubbio quello che può contribuire, seppure in minima parte, a regalare un momento di serenità anche a chi è meno fortunato – dichiarano gli Assessori Stefano Rostan e Stefano Capozzi, che proseguono: grazie alla collaborazione con la Confcommercio di Melito saremo vicini alle famiglie che non godono di rosee condizioni economiche fornendo loro generi di prima necessità. Sono tantissime le famiglie in difficoltà nella nostra città ed un gesto di solidarietà rappresentato dall’invio di una spesa, se è vero che non può risolvere la totalità dei bisogni di questi nuclei familiari, ci auguriamo valga almeno come contributo per far vivere le feste con un pizzico di tranquillità maggiore.”