Napoli, un uomo armato in metropolitana semina il panico. Arrestato dalla polizia

Napoli, un uomo armato in metropolitana semina il panico. Arrestato dalla polizia

Napoli. Paura in metropolitana questo pomeriggio. Alle ore 14, 30 circa sulla linea della metropolitana 1 stazione Colli Aminei in direzione Chiaiano un cittadino svedese, Russ Viktor Axel, di anni 31, ubriaco, identificato con passaporto, brandiva un coltello seghettato dalla lama di 20 centimetri (in foto).

Scattava il panico tra i presenti e tutti sono scappati. Durante gli attimi di paura, alcuni passeggeri sono rimasti leggermente feriti nel fuggi fuggi generale, altri sono in stato di choc. All’arrivo dei poliziotti lo svedese si è divincolato e dopo una colluttazione è stato arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e denunciato per detenzione di strumenti atti ad offendere.

È un senza fissa dimora e si esclude ogni forma di collegamento con organizzazioni terroristiche.  Per gli stessi reati  (resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale,  nonché porto  di oggetti atti ad offendere) a Catania è già stato denunciato nel dicembre del 2016 e arrestato a febbraio di quest’anno. Tre giorni fa per gli stessi reati veniva nuovamente arrestato dai carabinieri di Napoli. Giudicato con rito direttissimo, era stato condannato a sei mesi con pena sospesa.

E’ cittadino svedese con carnagione chiara ed ha numerosi tatuaggi che gli ricoprono il corpo, persino sul viso. Oggi ha opposto resistenza al controllo dei poliziotti, strattonando e colluttando con loro al punto da  provocare agli stessi delle lesioni che hanno avuto bisogno dell’intervento dei medici del presidio ospedaliero cittadino San Giovanni Bosco. Sono tuttora in corso indagini per accertare la dinamica degli eventi mediante la visione delle telecamere di sorveglianza.

Ora l’autorità giudiziaria informata disponeva l’arresto del cittadino svedese e la sua associazione alla casa Circondariale di Napoli Poggioreale.