Napoli, spari al Cavone. L’obiettivo del commando era la moglie di un pentito

Napoli, spari al Cavone. L’obiettivo del commando era la moglie di un pentito

Un vero e proprio agguato quello che si è verificato ieri pomeriggio poco dopo le 15 in via Francesco Saverio Correa a Napoli. Gli spari hanno portato a momenti di panico e hanno creato un fuggi fuggi generale tra i passanti, tre dei quali hanno fermato una volante che si trovava di passaggio in zona. Sul posto sono poi giunte altre pattuglie.

Gli agenti hanno raccolto le prime dichiarazioni a caldo dei testimoni e hanno fatto i rilievi del caso. Poco dopo nel commissariato Dante è poi entrata una donna: la 39enne ha spiegato agli agenti di essere l’obiettivo del commando, ed ha aggiunto di essere la moglie di un collaboratore di giustizia. La donna non è rimasta ferita.

Le pattuglie hanno blindato i vicoli del Cavone e hanno visionato le telecamere di sorveglianza della zona per cercare di individuare i responsabili. Nel centro storico è in corso uno scontro per la gestione degli affari illeciti tra le compagini criminali dei Quartieri e della Sanità.