Napoli, l’arsenale del clan nel cimitero: armi e proiettili nascosti in una cappella

Napoli, l’arsenale del clan nel cimitero: armi e proiettili nascosti in una cappella

Ieri pomeriggio, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Montecalvario, con l’ausilio di quelli del Commmissariato Poggioreale e di un’unità cinofila, nel corso di una perquisizione presso una cappella gentilizia del Cimitero di Poggioreale, hanno rinvenuto una piccola armeria all’interno di una borsa ben occultata.

La perquisizione è scaturita da una lunga attività info-investigativa tesa contrastare l’attività criminale del clan “Mazzarella”. Il sospetto degli investigatori è che il piccolo arsenale sia costituito dalle armi utilizzate dagli affiliati al clan in tutti gli episodi criminosi venuti alla luce in questi ultimi anni.

All’interno della borsa, avvolte in degli stracci sono state trovate: una rivoltella 32 Long CTG, una rivoltella Mondial 6 mm, una pistola mitragliatrice K1 Skorpion corredata di caricatore e silenziatore, 161 cartucce di vario calibro, un caricatore monofilare e due berretti di colore scuro.

L’attività investigativa è ora concentrata sulla proprietà della cappella e degli eventuali legami con il clan Mazzarella.