Napoli, esplode sigaretta elettronica: uomo finisce all’ospedale

Napoli, esplode sigaretta elettronica: uomo finisce all’ospedale

Un napoletano di 45 anni è finito in ospedale per ustioni dopo lo scoppio di una sigaretta elettronica. L’uomo – come racconta a Il Mattino – si trovavava a bordo della propria auto, quando l’apparecchio, che era riposto all’interno del marsupio indossato, si è surriscaldato ed è esploso frantumandosi in tanti pezzi.

Il 45enne si è recato da solo all’ospedale San Paolo, dove è stato medicato per ustioni di secondo grado: i medici gli hanno riscontrato ferite sia sulla coscia destra che su quella sinistra. La vittima, secondo il suo racconto, mentre era alla guida, avrebbe avvertito prima lo scoppio, poi il fortissimo senso di bruciore su entrambi gli arti inferiori.

Dolorante, ha raggiunto il nosocomio di Fuorigrotta dove è stato immediatamente soccorso. Questo di oggi è soltanto il primo di altri episodi che hanno per protagonista una sigaretta elettronica. Questi prodotti, spesso difettosi o non certificati, sono responsabili di esplosioni e danni facciali.

Foto: archivio