Napoli, erano il terrore degli automobilisti. Arrestati due rapinatori

Napoli, erano il terrore degli automobilisti. Arrestati due rapinatori

Puntavano auto di grossa cilindrata. Scelta la preda, si avvicinavano a bordo di uno scooter e sotto la minaccia dell’arma sottraevano al conducente orologi di valore.

Le rapine avvenivano nelle fasce orarie comprese tra le 18.00  e le 22.00 nelle strade del centro, in particolare nella zona Torretta, tra la via Riviera di Chiaia, piazza Vittoria, via Tasso e Corso Vittorio Emanuele. Le segnalazioni riguardavano due giovani a bordo di scooter con indosso  scalda collo e  casco semi integrale , per non essere riconosciuti dalle vittime.

L’attività info ‑ investigativa della Polizia ha sortito i dovuti risultati. I due giovani, a bordo del motorino, del quale si conosceva il numero di targa, nel tardo pomeriggio di ieri  sono stati intercettati da personale motomontato del Commissariato San Ferdinando nella via Domenico Morelli.

Sono stati seguiti e bloccati mentre tentavano di realizzare un’altra rapina in danno del conducente di un’auto scura,  di grossa cilindrata in Piazza Vittoria. All’avvicinarsi dei poliziotti hanno tentato una fuga ma sono stati subito fermati in via Riviera di Chiaia.

Pertanto venivano arrestati Cristiano Giuseppe, 22enne napoletano con precedenti di polizia, conducente dello scooter ed il 17enne M.R. .Nel borsello del Cristiano veniva rinvenuta una targa adesiva falsa, degli occhiali da sole ed alcuni frammenti di vetro di autovettura, mentre addosso al minore una pistola a salve munita di caricatore.

Il tutto veniva sequestrato, insieme agli scaldacollo ed ai caschi. I due venivano così associati, per disposizione dell’Autorità Giudiziaria, il minore presso il Centro di Prima Accoglienza dei Colli Aminei mentre il Cristiano  presso la casa Circondariale di Poggioreale.