Napoli, degrado e paura in piazza Garibaldi: scatta l’offensiva dello Stato

Napoli, degrado e paura in piazza Garibaldi: scatta l’offensiva dello Stato

La Polizia di Stato del Commissariato Vicaria Mercato unitamente al Reparto Mobile, al Reparto Prevenzione Crimine Campania e alla Polizia locale nel pomeriggio di ieri ha effettuato un ”pattuglione” nell’area di Piazza Garibaldi e zone adiacenti, finalizzato al contrasto alle attività illegali, criminalità diffusa e  tutti i fenomeni di degrado urbano. Nel corso dell’operazione si è proceduto al controllo di 63 persone e di numerosi veicoli, di tre motorini e due auto sequestrate.

Nel corso dei controlli i poliziotti del commissariato hanno arrestato il senegalese trentaquattrenne Gueye Modou Ndiaye, resosi responsabile di violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Il cittadino di colore era intento a vendere sulla strada, adagiate su un telo posto sul marciapiede, varie borse contraffatte di varie note griffes. L’extracomunitario, alla vista dei poliziotti, tentava di raccogliere la merce dal telo e di scappare. A fronte dell’intervento dei poliziotti, che tentavano di bloccarlo, l’uomo opponeva una viva resistenza, fino a storcere e lesionare il braccio di uno di essi. Qualsiasi tentativo di resistenza da parte dell’extracomunitario era reso impossibile dalla massiccia presenza dei poliziotti dei reparti inquadrati.. Tutta la merce veniva sequestrata e l’extracomunitario veniva arrestato per violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e indagato per contraffazione e ricettazione.

Tredici cittadini extracomunitari sono stati accompagnati per l’identificazione negli Uffici di polizia ed è stata controllata la loro posizione sul territorio nazionale; un extracomunitario è stato denunciato in stato di libertà per lesioni, contraffazione e ricettazione di circa 100 capi di borse e pellame di note griffes; 3 extracomunitari sono stati denunciati in stato di libertà per la violazione della normativa sull’immigrazione.

Quattro gli italiani denunciati: G.A. per evasione dal luogo di lavoro; C.G. per violazione della misura della sorveglianza speciale; S.S. per violazione della permanenza in casa; A.A. per possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli. Numerosi sono stati i controlli amministrativi e 200 i cappelli contraffatti di varie case di moda e sequestrati dalla Polizia Locale. Proseguirà in settimana l’azione di contrasto della Polizia di Stato.