Napoli. Chiede un “tiro” di sigaretta, poi parte la rissa: arrestati zio e nipote

Napoli. Chiede un “tiro” di sigaretta, poi parte la rissa: arrestati zio e nipote

Napoli. Zio e nipote, rispettivamente di 24 e 20 anni, nella notte, sono stati arrestati dagli agenti della sezione Volanti del Commissariato di Polizia “Dante”, in quanto responsabili, in concorso tra loro e di altre due persone attivamente ricercate, dei reati di tentata rapina, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

Pasquale Accetto, 20enne e suo zio, Luca Accetto di 24 anni, in compagnia di altri due amici, hanno avvicinato due giovani di 22 e 21 anni, che erano intenti a chiacchierare e fumare una sigaretta, in Piazzetta Monteoliveto.

Col pretesto di voler fare “un tiro” dalla sigaretta che stava fumando il 22enne, Pasquale Accetto, visto il diniego del giovane, non esitava a colpirlo con pugni e calci. In suo soccorso, interveniva l’amico che, purtroppo, veniva sopraffatto anch’egli,  visto la disparità di numero dei partecipanti all’aggressione.

Solo l’arrivo di una volante del Commissariato di Polizia Dante, ha impedito conseguenze ben più gravi. I poliziotti, infatti, nel corso dei normali servizi di prevenzione e controllo del territorio, avendo notato una ressa di persone, sono intervenuti.

Alla vista della Polizia, i 4 aggressori sono scappati e, solo due, sono stati raggiunti e bloccati. Nel corso dell’aggressione , ad una delle vittime era stato addirittura sfilato di dosso il giubbotto che indossava, al fine di impossessarsi di quanto in esso contenuto.

L’arrivo della Polizia, ha consentito di ricostruire la dinamica dei fatti e di arrestare Luca e Pasquale Aceto, entrambi del quartiere Barra. Una delle vittime, veniva condotta all’ospedale Loreto Mare, da personale del 118, riportando contusioni e lesioni guaribili in 10 giorni.

I poliziotti hanno condotto zio e nipote alla Casa Circondariale di Poggioreale. Continuano le indagini per la cattura dei complici.