Napoli, cade sotto il treno: si salva ma perde entrambe le braccia

Napoli, cade sotto il treno: si salva ma perde entrambe le braccia

Oggi pomeriggio un uomo alla stazione della circumvesuviana di piazza Garibaldi a Napoli ha tentato il suicidio lanciandosi sotto ad un treno in transito. Precisamente si trattava del 451 partito allw ore 16,25 da Porta Nolana e diretto a Poggiomarino.

I testimoni raccontano di come l’uomo, un maghrebino di circa 40 anni, si sia lasciato cadere dalla banchina proprio nell’istante in cui il convegno transitava in stazione. Di conseguenza non c’è stata possibilità per il macchinista di frenare la corsa per evitare l’impatto con il corpo.Immediati sono stati i soccorsi della vigilanza e dei militari in primo luogo, mentre a tirarlo fuori dai binari sono stati poi i vigili del fuoco.

Successivamente l’uomo è stato portato in ospedale in ambulanza e da quì si apprende che a causa del forte impatto abbia perso entrambe le braccia. Una di esse è rimasta materialmente sotto il convoglio e non può essere rimossa prima dell’arrivo della Scientifica. Le condizioni dell’uomo restano gravissime.