Napoli. Bomba al campetto di Marianella, tragedia sfiorata per 15 bimbi

Napoli. Bomba al campetto di Marianella, tragedia sfiorata per 15 bimbi

Napoli. Tragedia sfiorata poco fa per 15 bambini che stavano giocando presso il centro sportivo di Marianella- Piscinola, villa Nestore, in via Scaglione, gestito dal Centro Nazionale Sportivo Fiamma di Giugliano. Un ordigno rudimentale composto da petardi legati a una bombola a gas è stata posizionata vicino al campetto di calcio.

Ad evitare una strage l’intervento tempestivo del vigilante, che allo scoppio del primo petardo si è subito reso conto di quanto stesse accadendo ed ha evitato il peggio portando i bimbi al riparo all’interno degli spogliatoi. Per fortuna la bombola non è esplosa nonostante la miccia sia bruciata.

Sul posto sono giunti i carabinieri della locale Stazione e gli artificieri, che stanno provvedendo a disattivare l’ordigno. Presente anche il presidente del Centro Sportivo, Antonio Arzillo, che sta rispondendo alle domande dei militari dell’Arma. L’attentato sembra avere un chiaro stampo camorristico.

Il centro sportivo di Villa Nestore, nel quartiere Marianella-Piscinola, sorge su un territorio comunale. Fu sequestrato qualche anno fa perché occupato abusivamente da alcuni soggetti vicini alla criminalità organizzata che vi gestivano i propri affari illeciti. Da quando è gestito dal Centro Sportivo Fiamma, è già stato vittima di alcuni raid vandalici.