Napoli blindata. Il premier Renzi in città

Napoli blindata. Il premier Renzi in città

Napoli. Il motivo della sua venuta è la cabina di regia su Bagnoli. Oggi pomeriggio Matteo Renzi sarà a Napoli in prefettura per un vertice che servirà ad approvare il progetto sulla riqualificazione di Bagnoli. Vertice al quale non parteciperà Luigi de Magistris che aveva chiesto di incontrare il presidente del Consiglio “ma non in cabina di regia, è l’organo che noi non riconosciamo”. “De Magistris ha detto di me cose inaudite, ma noi siamo per il perdono e la pace. Se verrà, lo accoglieremo”.

Il progetto prevede la costruzione del porto, un grande parco urbano ma soprattutto la bonifica della spiaggia e del mare. In cabina di regia tutti vogliono che la spiaggia torni ad essere balneabile, come vuole anche il primo cittadino. Resta però il problema della colmata che dovrebbe essere rimossa. A Bagnoli Renzi vuole che venga anche la Apple.

Intanto però proprio per l’arrivo del premier in città è previsto un corteo di protesta di diversi attivisti tanto che è subito scattato l’allarme sul fronte dell’ordine pubblico. Si prevedono tra i mille e millecinquecento manifestanti. In piazza probabilmente scenderanno disoccupati, sindacati, centri sociali. L’intento è di “sfiduciare dal basso il governo Renzi”. A placare gli animi ci pensa però anche de magistris che ha invitato tutti alla calma: “Non c’è bisogno della violenza. Napoli sta vivendo una grande pagina di democrazia”. In strada previsti oltre 400 uomini. Insomma, la città oggi sarà completamente blindata.

Intanto, sotto il profilo politico, come riporta il corriere del Mezzogiorno, pare che palazzo Chigi stia tentando di organizzare un incontro tra Renzi e Bassolino. E apre che a volerlo siano proprio i sostenitori della Valente. Un chiarimento tra i due sarebbe necessario perché sanno che l’ex sindaco potrà anche non far vincere la candidata Pd, ma di sicuro la sua assenza non farebbe arrivare neanche al ballottaggio.