Napoli, altre due stese al Rione Sanità. “E’ una lotta senza tregua”

Napoli, altre due stese al Rione Sanità. “E’ una lotta senza tregua”

Altre due stese di camorra all’alba al Rione Sanità. Ieri l’ultimo blitz della polizia per sequestrare le armi della camorra e l’annuncio del presidente De Luca di nuove telecamere di videosorveglianza in zona. Le paranze di criminali continuano però a sparare senza sosta.

A rendere nota la notizia questa volta è Ivo Poggiani, presidente della Municipalità. “Due nuove stese nel Rione Sanita’, – fa sapere Poggiani in un comunicato – una la scorsa notte e una nella prima mattinata di oggi. La prima sparatoria si e’ consumata nella zona dei Miracoli intorno alle 4 del mattino. Le forze dell’ordine hanno rinvenuto sull’asfalto quattro bossoli ma, secondo le testimonianze raccolte dai cittadini i colpi sparati sarebbero molti di piu’. La seconda stesa e’ avvenuta in vico Canale nei pressi di Santa Maria Antesecula.”

“Questi atti di violenza non hanno senso, – continua Poggiani – i clan reagiscono per frustrazione perché l’attenzione della istituzioni sul territorio e’ asfissiante nei loro confronti, e’ una lotta senza tregua. Davanti alla rinascita del quartiere è come se questi topi di fogna avessero una strategia della tensione e le sparatorie sono lo strumento con cui provano ad attuarla.
Confermiamo la manifestazione di venerdì pomeriggio alle 18 in Piazza Sanità. L’appello è a coinvolgere le forze sane del quartiere e di tutta la città.#NonUnPassoIndietro“.